Terza puntata per quanto riguarda le impostazioni di Kisslicer. Vi ricordiamo che per le ultime versioni potete visitare la pagine “download” di questo sito, in cui troverete tutte le versioni per tutti i sistemi operativi.

kisslicer-ext-map

Questa pagina è interessante per voi solo se avete una stampante con più di un estrusore. Non è importante che sia un sistema multi-nozzle o con un singolo ugello (come il flusso canalizzatore). KS permette la gestione di 4 estrusori contemporaneamente, per stampare pezzi multi-materiale o per usare un sistema di supporti solubili.

Non c’è molto da dire, si ha la possibilità di scegliere il materiale (impostati nella pagina “Matl”) tra quelli disponibili. La cosa interessante è che si può scegliere a quale estrusore dedicare una certa funzione; come si può vedere dai menu nel riquadro è possibile selezionare, in maniere permanente, a quale estrusore affidare la stampa dell’oggetto, la stampa dei layer di supporto che si interfacciano con l’oggetto (perché il materiale solubile è costoso, con questa funzione è possibile stampare il supporto con un materiale scadente, stampare l’interfaccia con un materiale solubile per fare in modo che una volta finito, immerso nella soluzione venga disciolto, e stampare l’oggetto vero e proprio con un materiale più pregiato), la stampa del raft e del supporto.

E’ inoltre possibile scegliere se privilegiare la pulizia dell’oggetto o il tempo di esecuzione a seconda delle esigenze.

Queste funzioni sono delle chicche riservate agli utenti di Kisslicer, un ottimo motivo in più per imparare ad usare bene questo meraviglioso slicer!

Guarda anche gli altri articoli riguardanti Kisslicer:

Finita anche la terzaparte 🙂 Per qualsiasi domanda/suggerimento (sempre ben accetti) cosa puoi lasciare un commento o scriverci in privato 🙂 

Troverai le altre guide nella sezione blog del sito, o usando il tasto cerca in alto a destra 😀
Buone stampe 😉 

Categorie: Blog